Missioni umanitarie – 1° Missione di Surgery for Children in Repubblica Dominicana

INTRODUZIONE
La prima delle missioni umanitarie in Repubblica Dominicana, svolta dal 17 giugno al 1 luglio 2011, nasce da una collaborazione tra Surgery for Children e “SOS Bambino International Adoptions” di Vicenza. Il progetto denominato “Medici per Santo Domingo” è stato presentato per finanziamento alla Fondazione Cariverona (scadenza bando 28 febbraio 2011).

SITUAZIONE
La Repubblica Dominicana, è paese a “medio sviluppo”, all’88° posto del ranking mondiale secondo l’Indice di Sviluppo Umano delle Nazioni Unite (ISU 2010). Il 30% della popolazione vive al di sotto della soglia di povertà.
Tra le contraddizioni ed i disagi sociali che condizionano la qualità di vita della popolazione sono da segnalare:
– Disparità nell’accesso alle risorse con quartieri a standard di vita occidentali che si sviluppano in vicinanza di periferie sovraffollate e carenti nei servizi sociali più elementari (acqua potabile, servizi igienici, sistemi di raccolta dei rifiuti, salute…).
– Ridotto numero di strutture sanitarie pubbliche, mal organizzate e carenti di medicinali e strumentazioni, a fronte di ambulatori e cliniche private numerose ed efficienti, ma disponibili solo per chi ha polizze assicurative o può permettersi di pagare in contanti.
– “Bambini e ragazzi di strada”, traffico di minori, prostituzione e sfruttamento minorile con il correlato turismo sessuale, alta
% di gravidanze tra gli adolescenti.

Il quadro sociosanitario è costantemente aggravato dal continuo aumento dei profughi Haitiani dopo il terremoto del 2010.

SOS BAMBINO INTERNATIONAL ADOPTION
L’Associazione Vicentina “SOS Bambino­ International Adoption” opera da 15 anni per prevenire l’abbandono infantile e supporta numerosi progetti di solidarietà a sostegno di diversi paesi in difficoltà. Grazie all’autorizzazione della Presidenza del Consiglio dei Ministri, si occupa di adozioni internazionali in Federazione Russa, Ucraina, Kazakistan, Tanzania, Colombia, Bolivia, Messico e, recentemente, anche in Repubblica Dominicana, dove ha aiutato più di 1000 bambini a trovare una famiglia italiana.

Con il progetto “Medici per Santo Domingo”, la Onlus è intervenuta a supporto dei bambini dominicani in ambito strettamente
sanitario grazie alla collaborazione con Surgery for Children, che ha supportato la realtà ospedaliera locale anche attraverso attività di formazione mirate all’utilizzo di nuove tecnologie e all’applicazione di nuove procedure.

Il progetto ha avuto anche il partenariato del CONANI (Consiglio Nazionale per l’infanzia e l’Adolescenza), ente pubblico responsabile dei servizi sociali per l’infanzia e delle adozioni internazionali a Santo Domingo.

IL TEAM
Alla missione hanno partecipato 6 volontari italiani:
– 2 chirurghi pediatri: S. d’Agostino e M.A. Fabbro da Vicenza.
– 1 anestesista: T. Sellaroli da Napoli.
– 2 Infermiere: Bruna Sandonà da Vicenza, e Liana Barro da Treviso ed 1 volontaria di SOS Bambino I.A, Emily Diquigiovanni.
Oltre a 2 volontari venezuelani, abituali collaboratori di “Surgery for Children” in Venezuela (dott.ssa Pasqualoni , chirurga pediatra, Primario dell’Ospedale Universitario “ J. M. De Los Rios” di Caracas e dott.ssa Sardi D., Primario di Terapia Intensiva Pediatrica nella Clinica “Santa Sofia” a Caracas).
Ad essi si sono affiancati i 3 chirurghi pediatri dell’Ospedale ospitante, Dr. R. Camejo Primario e Presidente Società Dominicana di Chir. Ped., Dr. R. Soto e Dr. M.Himenez, insieme a 3 specializzandi.

SVOLGIMENTO DELLA MISSIONE
La Missione si è svolta dal 17 giugno al 1 luglio 2011 presso l’Ospedale materno­-infantile “San Lorenzo de los Mina” a Santo Domingo Este, punto di riferimento di tutta la zona orientale per i bambini e le donne appartenenti ai ceti sociali più bassi (buona parte Haitiani, immigrati in seguito al terremoto del 2010), che pagano un ticket per le prestazioni ospedaliere a parziale copertura delle spese.

La missione si è sviluppata in due fasi distinte:
Incontri con le istituzioni locali, principalmente Direzione dell’Ospedale e CONANI, per una valutazione dell’impatto delle malformazioni congenite sulla salute delle popolazioni più povere e più esposte a rischio di malattia, nell’ottica di concordare spazi di collaborazione per future missioni umanitarie con “Surgery for Children” ed “SOS Bambino” non confinati alla sola attività chirurgica.

Esecuzione di interventi chirurgici (54 i bambini operati provenienti da famiglie “povere” individuate dal CONANI), e 3 incontri scientifici di aggiornamento con i medici e gli specializzandi dell’Ospedale e con la Società Dominicana di Chirurgia Pediatrica.
Una parte dei materiali per l’attività chirurgica sono stati resi disponibili da “Surgery for Children” ed una parte delle spese ospedaliere sono state pagate da “SOS Bambino”.

ALL’INSEGNA DELLA COLLABORAZIONE
Durante la missione le varie figure professionali italiane, venezuelane e dominicane si sono ben integrate tra loro, e sono state poste le basi per una collaborazione continuativa con l’ospedale in ambito chirurgico, per l’assistenza intensiva post-operatoria e per la diagnosi delle malformazioni congenite.
Grazie al clima di collaborazione ed ai contatti instauratisi 2 specializzandi dominicani completeranno la loro formazione con uno stage di 4 mesi in Venezuela presso l’Ospedale Universitario “J. M. De Los Rios” di Caracas a partire dall’Agosto 2011.
Venezuela – Missioni umanitarie SFC